Piste di pattinaggio sul ghiaccio

Grazie al sistema modulare “RAPIDICE” le nostre piste di ghiaccio a noleggio, si possono adattare a qualsiasi dimensione disponibile per l’installazione, garantendo la piena efficienza anche nel caso vengano richieste forme complesse.

Il sistema completamente all’avanguardia si basa su un principio semplice ed intelligente in quanto le serpentine vengono realizzate con sistemi personalizzati composti da strisce arrotolabili formati da tubi in EPDM o in HDPE di alta qualità, grazie al quale si possono sviluppare piste con lunghezze da 10 a 40 mt.

La particolare realizzazione delle strisce, che una volta stesa e affiancata l’una all’altra, facilita la formazione del ghiaccio limitando il problema della dispersione d’acqua. In questo modo si previene l’accumulo di ghiaccio sotto il tubicino e si evita che lo stesso possa essere spinto verso l’alto, limitando possibili rotture e inconvenienti.

I moduli del piano pista sono realizzati in box con struttura in acciaio zincato su cui poggiano i collettori dell’impianto e le strisce di serpentine arrotolate.

Questa nuova generazione di piste non necessita di alcun tipo di pedana, infatti le serpentine così realizzate si adattano perfettamente alla superficie evitando di creare qualsiasi tipo di danno al fondo su cui poggiano.

Un ulteriore vantaggio è dato dalla stesura di un piano isolante, in grado di massimizzare il freddo prodotto dal gruppo frigo ed ottenendo ulteriori risparmi energetici.

All’interno delle serpentine viene fatto circolare Il liquido refrigerante che permette lo scambio termico, composto da Glicole Etilenico Inibito (anticorrosivo ed ecologico), mantenuto a basse temperature da un’apposita macchina frigorifera.

Il sistema viene interamente gestito dal computer di bordo che mantiene costantemente ed automaticamente sotto controllo il set-point, ottimizzando ogni funzione in base alle variazioni di umidità e di temperatura dell'ambiente, garantendo così la massima resa con il minor consumo energetico. La resa è data dal sistema di parzializzazione che, raggiunta la temperatura ottimale, riduce gradualmente la potenza impegnata fino allo spegnimento automatico dei compressori.